Psicoterapia breve

Oltre ai disturbi Psicosomatici, tratto i disturbi d’Ansia, Depressivi, Relazionali, della Comunicazione e i disturbi sviluppati a seguito di un trauma.

 

Problemi relazionali

Ogni persona ha delle caratteristiche di Personalità che influenzano la sua relazione con gli altri. Conoscere la propria struttura di Personalità ci permette di migliorare aspetti di sé che possono creare delle difficoltà relazionali e di comunicazione

Psicosomatica

Il termine sottolinea la relazione che c’è tra il mondo affettivo ed emotivo col soma. I fattori psicologici ed emotivi disturbanti, possono alterare questa relazione e  generare sintomi psicosomatici

Psicoterapia infantile

Si rivolge solo a minori, dai 4 anni di età, che hanno subito un trauma

Tu sei l'attore della tua vita e può succedere che col tempo arrivi a costruire
un muro di pensieri ed emozioni che ti limita nell'essere te stesso.
La psicoterapia ti dà gli strumenti per conoscere e trasformare questo muro.

La Psicoterapia breve

Utilizzo l’intervento breve nei:

– Disturbi d’Ansia e di Panico.
– Disturbo Ossessivo-Compulsivo
– Disturbi dell’Umore e Depressione
– Disturbi Psicosomatici
– Lutto e Trauma
– Disturbi relazionali e della Comunicazione

Sono diversi i disturbi che tratto con specifiche tecniche…

Leggi tutto…

Psicosomatica

Psicosomatica

Utilizzo l’intervento breve di Adriana Schnake, medico Psichiatra e Psicoterapeuta gestaltista.

Ogni organo ha una scheda specifica che mi guida per identificare gli aspetti psicologici della malattia, mettendo in luce le modalità relazionali che impediscono alla persona di vivere serenamente il presente.

Leggi tutto…

Ansia

Ansia e Depressione

Seguo un approccio misto ad indirizzo breve.

Ansia: il DSM-IV propone sei categorie legate agli stati ansiosi: fobie, panico, ansia generalizzata, ossessivo-compulsivo, post-traumatico da stress e acuto da stress.

Depressione: il DSM-IV-TR propone due categorie…

Leggi tutto…

Personalità?

Disturbo di Personalità

La parola “patologia” è un concetto che serve per definire un insieme di pensieri, emozioni e comportamenti che vengono espressi con rigidità e ripetitività. Il problema non è la loro manifestazione, ma la ripetitività rigida nel tempo. Ogni Personalità ha caratteristiche e gravità diverse.

Leggi tutto…

Specchio

Autostima e senso di colpa

Alla base dell’autostima c’è la convinzione di essere degni d’amore e competenti. Vedi esercizio.

Alla base del senso di colpa, invece, c’è l’idea di non essere accettabili o amabili per ciò che si fa o si pensa di fare.

Leggi tutto…

coppia

Problemi di coppia e amore

I problemi di coppia risentono del tipo di attaccamento sviluppato da bambini. La modalità utilizzata dal bambino nel momento della separazione dalla madre diventa la base sulla quale costruire poi gli atteggiamenti relazionali in età adulta.

Leggi tutto…

Corsi e convegni

Il sapore, il piacere e il potere del cibo.

fragole

Mindful Eating: cibo e stile di vita! 2017

cuori-s-valentino

Dipendenza affettiva

fragole

Un nuovo rapporto col cibo: Mindful Eating 2016

Psicosomatica

Serate di Psicosomatica

Focus di vita

Focus di vita

Prendersi cura

Ri-solvere i sintomi o prendersi cura di una vita?

Emozioni

Le emozioni: riconoscimento e gestione

Corpo e psiche

Dal corpo alla psiche, maschile e femminile si incontrano

Sogni

Il laboratorio dell’immaginario nel sogno e nel disegno

Il laboratorio dell’immaginario nel sogno e nel disegno

dipendente

Personalità Dipendente

La frase che lo rappresenta: Funziono solo se c’è qualcuno vicino a me. (P. Baroncini) Nella seguente scheda ho inserito i criteri diagnostici del DSM-IV (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, quarta edizione) e la dimensione interpersonale di Lorna Smith Benjamin (1999). Definizioni del DSM-IV Dimensione interpersonale di Lorna S. Benjamin Un bisogno pervasivo ed eccessivo di essere presi in custodia, che porta ad un comportamento appiccicoso e di sottomissione e alla paura della separazione, a partire dall’inizio dell’età adulta,…

Read More
Evitante

Personalità Evitante

La frase che lo rappresenta: Essendo molto sensibile, ho paura di essere ferito dagli altri. Meglio stare solo. (P. Baroncini) Nella seguente scheda ho inserito i criteri diagnostici del DSM-IV (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, quarta edizione) e la dimensione interpersonale di Lorna Smith Benjamin (1999). Definizioni del DSM-IV Dimensione interpersonale di Lorna S. Benjamin Un quadro pervasivo di inibizione sociale, sensazione di inadegautezza e ipersensibilità alla valutazione negativa, a partire dall’inizio dell’età adulta, presente in una varietà di…

Read More
Narcisista

Personalità Narcisista

La frase che lo rappresenta: Merito i riconoscimenti che mi devono per le mie straordinarie capacità.  (P. Baroncini) Nella seguente scheda ho inserito i criteri diagnostici del DSM-IV (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, quarta edizione) e la dimensione interpersonale di Lorna Smith Benjamin (1999). Definizioni del DSM-IV Dimensione interpersonale di Lorna S. Benjamin Un quadro pervasivo di grandiosità (nell’immaginazione o nel comportamento) e un conseguente bisogno di essere ammirati e mancanza di empatia, a partire dalla prima età adulta…

Read More
ossessivo

Personalità Ossessivo-Compulsiva

La frase che lo rappresenta: Mi piace fare le cose in modo preciso, il divertimento non è così importante.  (P. Baroncini) Nella seguente scheda ho inserito i criteri diagnostici del DSM-IV (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, quarta edizione) e la dimensione interpersonale di Lorna Smith Benjamin (1999). Definizioni del DSM-IV Dimensione interpersonale di Lorna S. Benjamin Un quadro pervasivo di preoccupazione per l’ordine, controllo mentale e interpersonale a spese di flessibilità, apertura ed efficienza, che compare entro la prima…

Read More

Disturbi relazionali e attaccamento

COSA SI INTENDE PER DISTURBI RELAZIONALI? Il disturbo relazionale inizia a strutturarsi nell’infanzia, nel momento della separazione dalla figura di riferimento, che normalmente è la madre. Può essere un allontanamento di qualche ora o giorno e il bambino può manifestare atteggiamenti di chiusura e isolamento o pianto incontrollabile, aggressività, paura intensa e ansia a seconda del tipo di relazione che intercorre fra il genitore e il bambino. Tali reazioni si definiscono comportamenti di attaccamento e si attivano quando il genitore si allontana dal bambino nei…

Read More

Senso di colpa e morte

CHE CARATTERISTICHE HA IL SENSO DI COLPA DOPO UN LUTTO? A volte può sembrare più utile sentire il senso di colpa che altre emozioni. Spesso dopo la morte di un proprio caro potreste provare senso di colpa per non avere fatto abbastanza soprattutto se fra voi c’era un rapporto ambivalenteverso il quale avete ancora delle aspettative in sospeso, qualcosa che vi attendevate prima della morte. Per ambivalente intendo un rapporto con sentimenti di amore e di risentimento che generano l’aspettativa di…

Read More

Senso di colpa e Disturbo Ossessivo-Compulsivo

COLPA E PIACERE Se oltre a sentirvi in colpa vi impedite di provare piacere potete sviluppare il disturbo di Personalità Ossessivo-compulsivo. Per piacere non intendo solo il piacere fisico (sessuale) e dei sensi (gusto, olfatto, vista, tatto, udito), ma anche il vivere a 360 gradi gli aspetti semplici e naturali della vita. Vuol dire assaporare un’esperienza e viversela appieno senza tirare il freno a mano, senza limitarsi. Vuol dire permettersi di gustare l’esperienza, vivendosela nel qui e ora del quotidiano,…

Read More

Senso di colpa

Lucio Della Seta rappresenta così il senso di colpa: “Le vere ragioni dell’angoscia che possiamo avere per un’interazione passata, presente o futura, ci sfuggono, perché il vero motivo è un dubbio antico di essere inadeguati e perciò inaccettabili da parte degli altri…ed è un motivo inconscio” (Lucio Della Seta2005). LA NASCITA DEL SENSO DI COLPA Dai due anni di età il bambino utilizza le norme del contesto affettivo per regolarsi nella vita ed è in grado di riconoscere le regole…

Read More

Attacco di panico

IL DISTURBO DA ATTACCO DI PANICO (DAP) Si definisce come un periodo di paura o disagio intensi, tipicamente con un inizio improvviso e solitamente possono durare da qualche minuto a un’ora. I sintomi includono tachicardia, tremore, sudore, nausea, respirazione accelerata e superficiale, vertigini, iperventilazione, sensazioni di formicolio, sensazione di perdita di controllo, di soffocamento e morte imminente. Durante l’attacco di panico le persone cominciano a credere che stia per accadere loro qualcosa di terribile e pericoloso, tanto da impazzire o…

Read More

Disturbo d’ansia generalizzato

IL DISTURBO D’ANSIA GENERALIZZATO Il DSM IV (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) definisce il disturbo d’ansia generalizzato come un’ansia o preoccupazione eccessiva riguardo numerosi eventi o attività per la maggior parte del tempo durante un periodo di almeno 6 mesi. La preoccupazione è difficile da controllare ed è associata a sintomi somatici quali tensione muscolare, irritabilità, difficoltà legate al sonno e irrequietezza, che possono alimentare scoppi d’ira per l’eccessiva tensione del soggetto. L’ansia è difficile da controllare, è…

Read More
© Patrizia Baroncini L.D. Psicologo Psicoterapeuta 2016. - Tutti i diritti sono riservati. Privacy Policy