paura

Fobia

LE FOBIE Il termine fobia in genere implica una sofferenza psicologica soggettiva e una menomazione del funzionamento sociale o lavorativo come conseguenza dell’ansia che genera una condotta di evitamento dell’oggetto o della situazione che suscita paura e ansia. Essa è sovradimensionata rispetto al pericolo reale rappresentato dall’oggetto o dalla situazione specifica e l’individuo ne riconosce l’irragionevolezza. Tra le fobie più diffuse sono presenti la paura delle altezze (acrofobia), la paura dei ragni (aracnofobia), la paura degli spazi chiusi (claustrofobia), la paura dei…

Read More
Evitante

Personalità Evitante

La frase che lo rappresenta: Essendo molto sensibile, ho paura di essere ferito dagli altri. Meglio stare solo. (P. Baroncini) Nella seguente scheda ho inserito i criteri diagnostici del DSM-IV (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, quarta edizione) e la dimensione interpersonale di Lorna Smith Benjamin (1999). Definizioni del DSM-IV Dimensione interpersonale di Lorna S. Benjamin Un quadro pervasivo di inibizione sociale, sensazione di inadegautezza e ipersensibilità alla valutazione negativa, a partire dall’inizio dell’età adulta, presente in una varietà di…

Read More

Disturbo d’ansia generalizzato

IL DISTURBO D’ANSIA GENERALIZZATO Il DSM IV (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) definisce il disturbo d’ansia generalizzato come un’ansia o preoccupazione eccessiva riguardo numerosi eventi o attività per la maggior parte del tempo durante un periodo di almeno 6 mesi. La preoccupazione è difficile da controllare ed è associata a sintomi somatici quali tensione muscolare, irritabilità, difficoltà legate al sonno e irrequietezza, che possono alimentare scoppi d’ira per l’eccessiva tensione del soggetto. L’ansia è difficile da controllare, è…

Read More
© Patrizia Baroncini L.D. Psicologo Psicoterapeuta 2016. - Tutti i diritti sono riservati. Privacy Policy